*********************************************************** ************************************************************************

****IL PATRONATO/CAF centro servizi*****


****BENVENUTO IN QUESTO SPAZIO D'INFORMAZIONE****

**********PONI PURE LE TUE DOMANDE AL"PATRONATO ON LINE" CON I CONTATTI WEB DEDICATI**********

************TIENITI AGGIORNATO CON LE "NEWS"CHE ON LINE ARRIVANO DAI SITI SPECIALIZZATI***************

********SEGUI GLI "ULTIMI AGGIORNAMENTI" (F.A.Q.)DI CARATTERE ASSISTENZIALE*GIURIDICO E PREVIDENZIALE ****************************

************
CONSULTA TUTTI GLI INDIRIZZI CHE TROVI INSERITI IN QUESTO SITO*********************************************


******************** SE VUOI MAGGIORI CHIARIMENTI ED INFORMAZIONI PIU' DETTAGLIATE VIENI A TROVARCI NEL FORUM "IL PATRONATO/CAF ON LINE" ***********************************************

*************SE RISIEDI A PALERMO PUOI RIVOLGERTI PRESSO IL NOSTRO UFFICIO dove troverai Professionalità , Serietà, Cortesia ed innumerevoli servizi a tua disposizione (I.S.E.E.-Pensioni-INPS-INPDAP-Mod.Unico-Mod.730-Mod.R.E.D.-Bonus Famiglia-Social Card-Disoccupazione-Sostegno al reddito-Invalidità-Inabilità-Legge 104-A.N.F.-e tanto altro )************************
****************************************************************************** ********************************************************************* *********************************************************************
******************************
********************
**********
*****
**

*

PER UNA RICERCA VELOCE SCRIVI "QUì" IL TUO ARGOMENTO E CERCA TRA I POST ARCHIVIATI

************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************
**************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************
**************************************************************************************************************************************************************************************************************************************
*************************************************************************************************************************************************************************************************************************

* * * Segui gli aggiornamenti del PATRONATO tramite Email

* * * Per le altre tue ricerche nel web...........

Ricerca personalizzata

Scrivi e traduci con il PATRONATO....

Visualizzazione post con etichetta agevolazioni. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta agevolazioni. Mostra tutti i post

21 febbraio 2019

Contributo integrazione affitto 2015 (redditi 2014)(data pubblicazione 21 Febbraio 2019)

Contributo integrazione affitto 2015 (redditi 2014)
(data pubblicazione sul sito del Comune 21 Febbraio 2019)


È stata pubblicata ieri sul sito istituzionale del Comune la graduatoria definitiva dei richiedenti il contributo Integrazione Affitto 2015 (Redditi 2014).

La graduatoria, suddivisa in due parti, riporta sia i soggetti ammessi al contributo, sia i soggetti esclusi.

Per eventuali chiarimenti, i soggetti interessati possono recarsi, personalmente o tramite delega scritta, 
alla sede del Servizio Dignità dell’Abitare.

Il ricevimento del pubblico avverrà 
il lunedì, il martedì ed il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ed il mercoledì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Informazioni dettagliate e le graduatorie alla pagina 

****COMUNE DI PALERMO...dettagli

31 dicembre 2018

Bonus ISEE basso 2019: agevolazioni e aiuti per il nuovo anno

Bonus famiglia e Figli 2019

I bonus previsti per la famiglia e i figli sono davvero tanti. Infatti, per coloro che hanno un reddito basso oppure pari a zero possono usufruire delle seguenti agevolazioni e Bonus:
  • Bonus Bebè e Assegno di Maternità: Esso potrà essere richiesto per le nuove nascite ma anche per le adozioni. Inoltre, l’Isee non dovrà essere superiore a 25.000 euro annui. Tale bonus consiste in un assegno mensile di 80 euro per redditi non superiori a 25.000 euro, mentre l’importo dell’assegno erogato dall’INPS sale a 160 euro mensili nel caso di ISEE fino a 7.000 euro.
  • Assegno di maternità 2019 dei Comuni: Questa tipologia di agevolazione consiste in 5 assegni mensili di 342,62€. Per poter richiedere questa agevolazione, oltre ad essere una Neo Mamma disoccupata, bisogna avere un reddito ISEE non superiore a 17.141,45 euro.
  • Bonus mamma domani 2019: Il bonus viene erogato senza dover obbligatoriamente presentare il proprio Modello ISSE. Infatti, esso viene erogato a tutte le future mamme che entrano nel settimo mese di gravidanza. L’importo del bonus è pari a 800 euro.
  • Assegno Famiglie con più di 3 figli: Per poter richiedere il Bonus per famiglie numerose 2019, è necessario rispettare i seguenti requisiti: Nucleo familiare composta da più di 3 figli con età inferiore ai 18 anni; Il reddito ISEE dovrà essere pari oppure inferiore  a 8.555,99€.

Bonus sulle bollette di luce, gas e Telefono

Per chi non lo sapesse, lo Stato Italiano da la possibilità alle famiglie con un reddito basso di usufruire del Bonus sulle bollette di luce, gas e Telefono, riducendo così il proprio costo mensile. I bonus previsti sono i seguenti:
  • Riduzione o Esenzione Canone Telefonico: Tale agevolazione consiste nel ridurre oppure eliminare del tutto il canone telefonico inserito in bolletta. Il limite ISEE per poter richiedere questa agevolazione è fissato a 8.111,23 euro.
  • Sconti sulle Bollette Luce e Gas: Oltre il bonus sulla riduzione oppure esenzione del canone telefonico, i nuclei familiari che hanno un ISEE inferiore a 8.107,5 euro e 20.000 euro per le famiglie numerose, possono richiedere uno sconto sulla Bolletta di Luce e Gas fino ad un massimo di 184 euro.

Agevolazioni sull’Affitto

Per le famiglie che hanno un modello ISEE inferiore oppure uguale a 26.000 euro, e non riescono più a pagare il fitto mensile, possono far ricorso al Fondo per la Morosità Incolpevole.
Un’ulteriore agevolazione prevista per coloro che hanno un ISEE Basso è il contributo comunale. Per poter richiedere questa agevolazione bisogna avere un ISEE pari o minore a 28.000 euro.

Agevolazione sul Conto Bancario o Postale

I nuclei familiari che hanno un reddito ISEE inferiore a 11.600 euro, hanno la possibilità di richiedere alla propria banca l’esenzione del pagamento del canone del conto corrente. Questa agevolazione è prevista solo nel caso in cui si decide di aprire un conto corrente base.

Agevolazioni sulla Sanità

Una delle novità nel campo della Sanità è l’agevolazione sulle cure dentistiche sociali. Infatti, i soggetti con un reddito ISEE inferiore a 8.000 euro possono beneficiare del dentista sociale, con tariffari molto più convenienti.

Bonus sull’istruzione

Tutte le famiglie che hanno un reddito ISEE inferiore a 15.748,79€, possono richiedere l’esenzione tasse scolastiche. Inoltre, gli studenti universitari con un ISEE minore oppure uguale a 13.000 euro, hanno il diritto di non pagare  le tasse universitarie. Inoltre, ricordiamo che con l’entrata in vigore della  no tax area l’esenzione al pagamento delle tasse universitarie, si estende anche per i redditi ISEE fino a 30.000 euro.


Fonte: https://www.lavoroediritti.com/

13 giugno 2018

Contributo Morosità Incolpevole (data pubblicazione 13 Giugno 2018 - scadenza 13 Luglio 2018)

Graduatoria provvisoria dei richiedenti il contributo Morosità lncolpevole anno 2018.
La graduatoria è suddivisa in due parti:
1) Soggetti ammessi al contributo;
2) Soggetti esclusi:
I soggetti ammessi devono munirsi necessariamente di conto corrente poiché l'erogazione avverrà esclusivamente tramite accredito bancario
I soggetti esclusi possono presentare memorie difensive e/o documenti solo tramite invio cartace.o in busta chiusa al Servizio Dignità dell'Abitare via Francesco De Sanctis n. 8 (ang. Viale Regione Siciliana), entro il termine di 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione delle graduatorie (farà fede la data indicata sul timbro postale).

TUTTI I DETTAGLI...

GRADUATORIA

12 gennaio 2018

Bonus a sostegno della maternità e delle famiglie 2018

Anche per il 2018 (oltre ai bonus casa) sono previsti vari bonus a sostegno della maternità e delle famiglie, in particolare a quelle in condizioni economiche precarie, e detrazioni fiscali. 
Tra conferme e ritocchi, arrivano alcune new entry: 
il reddito di inclusione, le detrazioni per gli abbonamenti ai trasporti pubblici e gli sconti sulle bollette dell’acqua. 
Sul portale dell’Inps (www.inps.it) si trovano informazione dettagliate e istruzioni per le domande e l’erogazione dei contributi di competenza dell’istituto di previdenza, quasi tutti. A disposizione, per chiarimenti e inoltro delle richieste, il contact center (803.164 gratuito da rete fissa; oppure 06.164.164 da rete mobile, a pagamento, in base alla tariffa applicata dai singoli gestori telefonici) e gli sportelli degli uffici territoriali tradizionali, oppure presso patronati e caf che offrono consulenza e assistenza.
Meglio informarsi bene, prima di presentare più istanze, e fare qualche conto. Alcuni aiuti sono cumulabili, altri no.

Bonus mamma domani

E’ il contributo una tantum dato alle donne in gravidanza, all’ottavo mese di gestazione, indipendentemente dal reddito. L’importo è di 800 euro. E’ riconosciuto anche alle mamme che adottano o hanno in affidamento un bimbo.

Bonus bebè

Il bonus bebè è stato confermato, ma con un taglio netto sulla durata. Verrà erogato per il primo anno di vita (e non più per i primi tre anni) di un bimbo nato, adottato o avuto in affidamento a partire dal primo gennaio 2018. Resta il limite di reddito, cui sono vincolate le somme prefissate: assegno da 80 euro al mese per 12 mesi per le famiglie con l’Isee fra i 7.000 euro e i 25.000 euro annui; assegno da 160 euro al mese per 12 mesi per chi ha l‘Isee sotto i 7.000 euro l’anno. Per i piccoli venuti alla luce o arrivati in famiglia entro 31 dicembre 2017, garantiscono dall’Inps, il contributo sarà mantenuto per i primi tre anni di vita.

Bonus nido

Il bonus asilo nido è un contributo economico destinato alle famigli con figli piccoli, indipendentemente dal reddito Isee. Si tratta di mille euro all’anno, spalmati su 11 mesi ed erogati al massimo per tre anni. Questa misura di sostegno è estesa anche ai bimbi che hanno malattie croniche gravi e ricevono cure e sostegno a domicilio. Il budget a disposizione, però, non è senza limiti. Meglio presentare le richieste il prima possibile.

Contributo nido e baby sitting

Per le mamme lavoratrici che rinunciano al congedo parentale facoltativo, rientrando prima in servizio, ci sono contributi per pagare le rette del nido o le baby sitter. L'importo massimo è di 600 euro mensili per sei mesi per le dipendenti e le iscritte alla gestione separata, ridotti in caso di part time, dimezzati nella durata per le lavoratrici autonome e le imprenditrici. Anche per queste erogazioni i fondi sono prefissati, ad esaurimento.

Reddito di inclusione

Una delle importanti novità del 2018 è il Reddito di inclusione, per il quale è stato possibile presentare domanda già dal primo dicembre 2017. Chi ne ha diritto? Spetta alle famiglie in estrema difficoltà economica, da documentare con l’Isee, e in particolare a quelle con figli minori, donne incinte, disabili, ultra 55enni disoccupati. Per averlo, un nucleo familiare deve avere contemporaneamente un Isee sotto i 6.000 eurio, l’indicatore Irse non superiore a 3.000 euro, un patrimonio immobiliare (diverso dalla casa di abitazione) fino a a 20.000 euro e depositi e conti correnti con un saldo inferiore a 10.000 euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola). Le domande, diversamente che per molti altri bonus, non vanno presentate all’Inps ma ai comuni di residenza. L’importo assegnato vari da 187,50 a 485,41 al mese, in base al numero dei componenti della famiglia.

Assegni familiari

L’annunciata rivoluzione, rammentano dall’Inps, non c’è stata. Tutto resta come prima. L’assegno al nucleo familiare è un sostegno economico erogato dall'Istituto di previdenza per le famiglie dei lavoratori dipendenti, dei titolari delle pensioni e delle prestazioni economiche previdenziali da lavoro dipendente e dei lavoratori assistiti dall’assicurazione contro la tubercolosi. Gli importi si calcolano in base alle tabelle messe a punto l’anno scorso dall’Istituto di previdenza. Fino al recente passato, per la legge italiana le uniche famiglie riconosciute cui potevano essere pagati gli assegni familiari erano quelle composte da madre, padre ed eventuali figli o i nuclei monogenitoriali. Dopo la Legge Cirinnà sono state introdotte importanti novità che riguardano gli assegni per le convivenze di fatto e le unioni civili fra persone dello stesso sesso.

Bonus neo papà

Le agevolazioni previste per i neo papà in altri Stati europei sono lontane anni luce. Ma qualcosa si è mosso. Sono stati portati a 5 – 4 obbligatori più 1 facoltativo, tiene a precisare l’Inps – i giorni di congedo retribuito concessi per la nascita di un figlio. Per ora sono coinvolti i lavorati dei settori privati. Per l’estensione ai dipendenti pubblici, ove non sia già prevista dai contratti di lavoro, si attendono disposizioni ad hoc.

Bonus neo diciottenni

Anche il bonus cultura per ragazzi e ragazze che compiono 18 anni – 500 euro da spendere in beni e attività culturali – è stato prorogato per il 2018 e ampliato rispetto alle tornate precedenti,aumentando le voci rimborsabili ammmesse. Info e registrazioni in www.18app.italia.it

Detrazioni bus e metrò

Un’altra novità di quest’anno è la possibilità di portare in detrazione, nella dichiarazione dei redditi, una quota della spesa sostenuta per acquistare abbonamenti a bus, metro treni, direttamente e per familiari: lo sconto fiscale è del 19 per cento, il limite di spesa scalabile di 250 euro. I datori di lavoro potranno portare in deduzione totale le spese sostenute per il rimborso dei titoli di viaggio dei propri lavoratori dipendenti.

Detrazioni affitto studenti fuorisede

E’ stata confermata, e con modifiche positive, la possibilità di detrarre parte delle spese d’affitto sostenute per i figli che studiano in università lontane da casa. La detrazione resta pari al 19 per cento e per una cifra massima di 2.633 a famiglia, con un tetto di sconto di 500 euro nella ipotesi più alta. La condizione è che la distanza tra luogo di residenza e ateneo sia di almeno 100 chilometri. La novità è che, nel caso in cui lo studente viva in una zona montana e disagiata, la detrazione potrà essere applicata anche per distanze di almeno 50 chilometri.

Fondo sostegno natalità

Rimane attivo il fondo creato per consentire l’accesso al credito a famiglie con un nuovo nato o un bimbo appena adottato. Attenzione a non fare confusione. Lo Stato non erogherà direttamente i soldi, ma farà da garante per i genitori che hanno bisogno di ottenere un prestito da banche e intermediari finanziarie. L’importo massimo previsto è di 10.000 euro, da restituire in 7 anni

Bonus gas, luce e acqua

Le famiglie numerose e a basso reddito potevano e possono già avere sconti sulle bollette dalla luce e del gas. Da quest’anno le riduzioni si applicano anche alle fatture dell’acqua.

24 marzo 2016

CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE 2016> I REQUISITI PER OTTENERLA


 CARTA ACQUISTI > CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE 2016> I REQUISITI PER OTTENERLA

Sulla Carta sono accreditate mensilmente, a seconda del numero i componenti il nucleo familiare, le seguenti somme: 

membri nucleo familiare importo mensile 
2 membri € 231 
3 membri € 281 
4 membri € 331 
5 membri o più € 404 


****CARTA ACQUISTI SPERIMENTALE 2016

****************************************************************************************************************************

14 gennaio 2016

Leasing per l’acquisto della prima casa: è possibile effettuare la sospensione dei pagamenti in caso di oggettive difficoltà. -

Leasing per l’acquisto della prima casa: è possibile effettuare la sospensione dei pagamenti in caso di oggettive difficoltà. 




Come comprare casa con il leasing

*** LEASING ABITATIVO: descrizione integrale dell'agevolazione

*******************DOMANDE IN TEMA PREVIDENZIALE******************

*************DOMANDE IN TEMA ASSISTENZIALE***************

***************DOMANDE IN TEMA FISCALE*****************

****************DOMANDE IN TEMA GIURIDICO********************

PUOI ANCHE CERCARE TRA MIGLIAIA DI OFFERTE LAVORO QUI'.....

Riepilogo post precedenti (cerca)